CONTRO IL M.U.O.S NESSUNO RESTI SOLO

Dopo il dissequestro del cantiere del M.U.O.S di Niscemi da parte del Tribunale delle Libertà, le manovre per il completamento dell'ennesima macchina da guerra americana in terra di Sicilia sono riprese in grande stile.
Alla Sughereta di Niscemi si aspetta l'arrivo delle antenne e della gru che servirà a metterle in piedi.
Le autorità amministrative siciliane, che prima delle elezioni regionali si erano scamiciate contro l'installazione del M.U.O.S, si girano dall'altra parte mimando l'affanno per la rivoluzione sicula appena cominciata.

Le tante bandiere e sigle che avevano affollato la manifestazione del 6 Ottobre scorso, al momento sono impegnate in faccende ben più importanti che una semplice scaramuccia territoriale.
Alla Sughereta di Niscemi restano solo i Niscemesi. Da soli.

Ancora una volta non si comprende, o si fa finta di non comprendere, che ogni scempio, sopruso, ingiustizia, perpetrata in qualsivoglia angolo dimenticato della Sicilia riguarda ognuno di noi. Il diritto di ognuno di noi a determinare il presente e il futuro della nostra terra.
I Niscemesi presidiano giorno e notte la base americana per impedire il transito degli autotreni e del carico di offese che trasportano.

Non lasciamoli soli.
Che nessuno resti solo di fronte alla violenza dei potenti.

logo no muos niscemi